La Galleria Borghese e la Fondazione IBM Italia

Una lunga collaborazione lega la Galleria Borghese e la Fondazione IBM Italia, un’organizzazione no-profit costituita da IBM al fine di consolidare, in una struttura istituzionale, l'impegno dell'azienda nei campi sociale e culturale.
In ambito culturale, i programmi realizzati dalla Fondazione prevedono l’uso innovativo delle più avanzate tecnologie per la salvaguardia, la valorizzazione e la promozione dell’immenso patrimonio artistico e culturale italiano.
Esempio di questo impegno è la collaborazione con la Galleria Borghese, iniziata nel 1999 con la realizzazione del “Cilindro Multimediale”, una innovativa struttura concepita allo scopo di dotare la Galleria di un’area informativo-didattica di tipo multimediale.

La Fondazione IBM Italia sostiene il progetto “10 Grandi Mostre” e, come già per la Mostra su Raffaello, e per la mostra su Canova, anche in questa occasione, oltre alla realizzazione del sito Internet, punto di riferimento informativo e di “comunicazione on-line” con al suo interno tutte le informazioni dalle più generali e logistiche, a quelle tecnico-scientifiche sulle opere in Mostra e su Correggio, è lieta di fornire un supporto tecnologico realizzando un applicativo multimediale che dà l’opportunità di esplorare l'opera di Correggio.
L’intervento si è poi concretizzato con l’installazione, all’interno della Mostra, di quattro postazioni composte da moderni computer e da monitor a cristalli liquidi.
La redazione del sito e dello studio multimediale sulle opere di Correggio è stato curato da Marina Minozzi, Geraldine Leardi, storici dell'arte della Galleria Borghese, con il coordinamento di Filippo Antonacci.